Info »
Risorse »

 

Argomento: IVA
Oggetto: Note variazione IVA nel fallimento
Provvedimento: Legge stabilità 2016
Fonte: Sole 24 ore del 31/12/2015 pag. 37

 

La legge di stabilità per il 2016 modifica l’art. 26 del DPR 633/72 per quanto riguarda la tempistica di emissione delle note di variazione in presenza di procedure concorsuali a carico del cliente.

La nota di variazione IVA può essere emessa a partire dalla data dei seguenti eventi, in base al tipo di procedura:
- fallimento: sentenza dichiarativa
- liquidazione coatta amministrativa: provvedimento che la ordina
- concordato preventivo: decreto di ammissione alla procedura
- amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi: decreto che la dispone

Per le procedure non concorsuali:
- accordo di ristrutturazione dei debiti: decreto di omologa del Tribunale
- piano di risanamento: pubblicazione nel Registro delle Imprese

In tutti questi casi non opera il termine di un anno previsto dall’art. 26 comma 3. Inoltre non opera la regola secondo cui il cliente deve registrare la nota di variazione.

 

Data scheda: 31/12/2015

 


© 2003 - 2017 Studio Sclavi - le informazioni qui riportate sono libere elaborazioni ed interpretazioni delle fonti citate, si intendono solo per consultazione e, anche se si è fatto ogni sforzo per mantere l'archivio aggiornato, non si assume alcun impegno riguardo alle stesse. E' sempre opportuna la verifica della fonte e del provvedimento citati.

Valid HTML 4.01!Valid CSS!

Questa pagina è stata vista 706 volte

© 2000 - 2017 Riccardo Sclavi & Studio Sclavi - p.IVA 11411650150