Info »
Risorse »

 

Argomento: IVA
Oggetto: Note credito nel fallimento e nelle procedure concorsuali
Provvedimento: D.P.R. 633/72
Fonte: Sole 24 ore del 26/07/2021 pag. 17

 

A seguito dell’introduzione del comma 3-bis le note credito possono essere emesse all’inizio delle procedure concorsuali e non occorre più attenderne la conclusione infruttuosa, salvo il caso delle esecuzioni individuali.

La nota credito può essere emessa a partire da:
- per le esecuzioni individuali, rispettivamente, dal verbale di pignoramento negativo (pignoramento presso terzi), dal verbale di pignoramento negativo, impossibilità di accesso o irreperibilità (pignoramento presso il debitore) o asta deserta per tre volte e interruzione per eccessiva onerosità
- per il fallimento, dalla data della sentenza dichiarativa
- per la liquidazione coatta amministrativa, dalla data del provvedimento che la ordina
- per il concordato preventivo, dalla data del decreto di ammissione
- per l’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi, dalla data del decreto che la dispone
- per l’accordo di ristrutturazione dei debiti, dalla data del decreto di omologa
- per il piano attestato, dalla data di pubblicazione nel Registro Imprese

In tutti i casi la nota credito può essere emessa fino al termine di presentazione della dichiarazione IVA relativa all’anno nel quale si verifica l’evento di cui sopra. Se la nota credito viene emessa in corso d’anno, confluisce nella liquidazione periodica del mese / trimestre di emissione; se emessa successivamente, confluisce direttamente nella dichiarazione IVA e deve essere annotata nell’apposito registro relativo ai documenti “tardivi”.

Ai fini delle imposte sui redditi la possibilità di recupero va oltre: secondo il disposto del comma 5-bis art. 101 TUIR le perdite su crediti sono deducibili a partire dal periodo di imposta nel quale inizia la procedura concorsuale e fino a quello in cui sarebbe dovuta avvenire la cancellazione dal bilancio in base ai principi contabili, che normalmente è quello di chiusura della procedura.

 

Data scheda: 26/07/2021

 


© 2003 - 2022 Studio Sclavi - le informazioni qui riportate sono libere elaborazioni ed interpretazioni delle fonti citate, si intendono solo per consultazione e, anche se si è fatto ogni sforzo per mantere l'archivio aggiornato, non si assume alcun impegno riguardo alle stesse. E' sempre opportuna la verifica della fonte e del provvedimento citati.

Valid HTML 4.01!Valid CSS!

© 2000 - 2022 Riccardo Sclavi & Studio Sclavi - p.IVA 11411650150